Saturday, October 15, 2005

Producer of the Year /// Produttore dell'Anno

My nominations for Prima Strada Producer of the Year /// Le nomination per Produttore dell'Anno dei Premi Prima Strada: Argiolas, Sardinia /// Sardegna Feudi di San Gregorio, Campania Foradori, Trentino Alto Adige Petilia, Campania I really had to ponder this choice. Each of the four producers I listed last week offer a wide range of excellent wines, at all price points, and provide the wine drinker with excellent value. Each of them works mainly with indigenous grapes and is a factor in revitalizing the Italian wine sector in the face of foreign competition. And I have enjoyed many bottles of their products. Ho dovuto ponderare a lungo questa scelta. Ciascuno dei quattro produttori, che ho elencati la settimana scorsa, offrono al consumatore una gamma larghissima di vini eccezionali, a tutti i prezzi, e danno al bevitore un ottimo rapporto qualita'/prezzo. Ciascun produttore usufruiscono di vitigni autoctoni, promovendo la filiera enologica italiana in confronto alla concorrenza estera. E mi hanno piaciuto i loro vini moltissime volte. And the Producer of the Year is: /// E il Produttore dell'Anno e': Feudi di San Gregorio Auguri a questa bravissima cantina del Mezzogiorno!

Good news for wine drinkers /// Buone notizie per chi ama bere vino

In an exchange with the one and only Jancis Robinson today, the great English wine writer revealed that at a recent dinner a famous liver specialist said that the UK government's guidelines on the amount of drinks one could safely have were ridiculous. Those numbers are 14 drinks per week for women, 21 for men. Jancis wrote that the doctor "ventured the (medical) opinion that he and his colleagues only started to worry about people who drank more than 56 [glasses a week]. Hmm." If it's good enough for Dr. Liver, I suppose it's good enough for me! Scambiando email con la bravissima Jancis Robinson, la meravigliosa scrittrice enologica inglese ha svelato che recentemente un celebre epatologo (vocabolo corretto?) condannava il governo UK per le sue raccomandazioni sulla quantita' del bere del vino: 14 bicchieri alla settimana per donna, 21 per uomo. Ha scritto Jancis che il dottore ha osato dire la sua opinione [medica] che lui e i suoi colleghi non si preoccupavano dei pazienti che non bevessero piu' di 56 [bicchieri alla settimana]. Hmm." Beh, se sta bene per Dr. Fegato, sta bene per me!
commenting and trackback have been added to this blog.

Tua Rita Perlato del Bosco 2002: Nice, but Is It Worth $74?

We went to a lovely Tuscan restaurant just off Park Avenue South the other night, Beppe, where the food was quite good. The wine list was interesting as well, since it is composed entirely of Tuscan wines. (Ergo few whites, and the wine steward discouraged anyone from ordering them.) I wanted a wine made from "indigenous" varieties, not predominantly Merlot or Cabernet. I ordered a Tua Rita Perlato del Bosco 2002, 90% Sangiovese and 10% Syrah. Young but smooth, dense in texture, acidity well in check (perhaps too much so), tannins pleasantly there, a slightly bitter undertaste and moderately long finish. A pleasant but hardly extraordinary wine. Not terribly full of character--quite international, it seemed as though it could have come from anywhere in the New World. This Tua Rita, which is not the top of their line, cost $74 at Beppe--a middle-of-the road price on their list--and if bought at retail would cost around $40 here in New York. To me it had all the earmarks of a suave $15-20 bottle. (Anyway, I'm glad to see that Beppe doesn't mark up all their wines as if they were luxury goods, rather than an integral part of the meal. Too many restaurants in the US still price wine very stupidly.) I have written elsewhere (www.aristide.biz) that "la salvezza viene dal Mezzogiorno." Or," salvation comes from the South" of Italy. Salvation in this case meaning both a delicious wine of character and a reasonable price/value ratio.

Thursday, October 13, 2005

SEE PRIMA STRADA AWARDS NOW!

Awards are listed below, first in Italian, then in English. Be sure to let me know who you think my Producer of the Year will be. Premi sono presentati prima in italiano, poi in inglese. Fatemi sapere quale, al vostro parere, sara' Produttore dell'Anno. Grazie, everybody.

PREMI "PRIMA STRADA" SERIE 1

Avete aspettato a mozzafiato. L'attesa e' finita. Ecco i premi piu' antecipati del mondo enoappassionato! NB: Tutti i vini premiati sono di vitigno autoctono. Niente Chardonnay, Cabernet, ecc. Categoria 1: Vini Eccezionali Comprati con i Miei Propri Soldi (< $20) Bianco Tutti questi vini sono deliziosi e molto bevibili, alcuni esibiscono una raffinatezza straordinaria per il prezzo. Li elenco alfabeticamente, secondo produttore. Argiolas Costamolinos. Vitigno: Vermentino (Sardegna) -- profumato per un Vermentino, secco, sottile, assai lungo Feudi di San Gregorio Sannio. Vitigno: Falanghina (Campania) -- complessita', raffinatezza, equilibrato frutta/acidita', lungo, incredibile rapporto q/p Fondo Antico Grillo Parlante. Vitigno: Grillo (Sicilia) -- fruttato (pera, pesca), miele, profumato, bell'aperitivo Petilia Greco di Tufo. Vitigno: Greco (Campania) -- sapore di terra, acidita' vivace, un po' rustico, meno lungo del falanghina di Feudi di San Gregorio, cantina sottovalutata Tutti questi vini sono molto rinfrescanti ed ottimi abbinati alle cucine regionali d'Italia e altre cucine mediterranee. NB: Niente vino-legno, quindi il carattere di vitigno e' sempre chiaro e puro. Rosso Ceuso Scurati. Vitigno: Nero d'Avola (Sicilia) -- bilancio ideale di acidita' e frutto, assai complessita', potente ma raffinato, ottimo con i piatti siciliani, lungo, buon rapporto q/p Contini Nieddera. Vitigno: Cannonau (Sardegna) -- ricco, "spesso", piuttosto lungo, perfetto con carne e ragu' Feudi di San Gregorio Rubrato. Vitigno: Aglianico (Campania) -- piu' acidita' del Nieddera, simile ricchezza, irresistibile Morgante Nero d'Avola. Vitigno: Nero d'Avola (Sicilia) -- sapore di terra, profumo sottile, profondezza di sapore, eccellente rapporto q/p Categoria 2: Vini Eccezionali che Non Ho Comprato, ne' Potessi Mai Bussola Amarone BG 2001 -- ricco, noce, dolce, suntuoso, molto lungo, completamente soddisfacente Foradori Granato Rosso 2002 -- molto profumato, buon frutto "uvoso", acidita' un po' esigente, occorre cibo caloroso Pepe, Emidio Montepulciano d'Abruzzo 1985-- frutto e non solo fantasma di frutto, acidita' sotto controllo, lungo Pieri, Agostina Pieri Brunello di Montalcino 2000 -- estratto, intenso e profondo, catrame, frutto sotto controllo, complessita', ricco, lunghissimo Categoria 3: Belle Sorprese del Mondo Intero Boutari Santorini. Vitigno: Assyrtiko (Grecia) -- minerale, molto secco ma non austero, assai profumato, preferabile al Muscadet per pesce e frutti di mare Miranda Botrytis. Vitgini: Semillon, Riesling (Australia) -- muffa nobile, profondo con miele e floralita', lunghissimo, ottimo equilibrio zucchero/acido Pipers Brook Ninth Island. Vitigno: Pinot Noir (Tasmania) -- vero carattere pinot noir, buon frutto, delicato, assai lungo, tannini un poco "rozzi", sviluppa nel bicchiere Sakonnet Vineyards Gewurtztraminer (Rhode Island) -- molto profumato, pesca, lungo, buon aperitivo
PRODUTTORE DELL'ANNO? Indovinatelo! E fatemi sapere quale!
Premio dei premi, il piu' atteso di tutti! Ho dato le nomination a tre produttori di cui i vini mi hanno dato e ridato grandissimo piacere. e di cui il rapporto qualita'/prezzo e' ottimo. I tre buonissimi produttori sono, in ordine alfabetico: Argiolas, Sardegna Feudi di San Gregorio, Campania Foradori, Trentino Alto Adige Petilia, Campania
Vi invito ad indovinare il vincitore del Premio Prima Strada per il 2005. Rivelero' l'ultimo e piu' prestigioso award entro la settimana prossima. Avro' fatto la mia decisione, spero...